Top: piano di lavoro in cucina

La scelta del top in cucina è una cosa da non sottovalutare, siccome circa il 70% delle azioni svolte in cucina saranno fatte sul piano di lavoro. Diventa quindi una scelta delicata da fare insieme a professionisti del settore che sapranno consigliarvi in base alle vostre esigenze il piano più idoneo.

In commercio ci sono varie tipologie di top da cucina, grazie alla pubblicità e alla notorietà del brand spesso si fa confusione.

Spesso si associa il marchio del produttore alla tipologia di top cucina, contrariamente più produttori mettono sul mercato piani da cucina con caratteristiche uguali, ma nomi e colori diversi.
In quest’articolo cercherò di fare un po’ di chiarezza, descrivendo le tipologie dei top per cucine più comuni in commercio. Tenendo conto naturalmente della continua evoluzione tecnologica e della possibilità di nuovi prodotti sul mercato sempre diversi ed innovativi.

Top cucina in Laminato

Top cucina in LaminatoProbabilmente il piano da lavoro più usato sulle cucine, grazie alla sua vastità di colorazioni e finiture disponibili. Ma anche grazie alla sua facilità di montaggio e al prezzo competitivo.
Il piano in laminato è costituito da un pannello in particelle di legno idrorepellente, rivestito da un foglio in laminato HPL ad alta pressione che ne migliora le caratteristiche.
Dimensioni diverse, colori e composizioni, variano a seconda del produttore. In commercio possiamo trovare top che partono da 2 cm di spessore fino a 6 cm, i modelli tradizionali son orealizzati con bordo dritto (ABS) oppure curvo (Portforming).
In base alla tipologia di laminato scelto possiamo avere caratteristiche diverse. Generalmente è un materiale che soffre se sottoposto ad alte temperature infatti è sconsigliato poggiare una pentola bollente direttamente sul piano. Mentre ha una buona resistenza ai graffi, agli urti, alle macchie e all’acqua.

Piani in Stratificato HPL

Top cucina in HPLQuesto piano è costituito da strati di HPL – high pressure laminate – uniti tra loro grazie alla combinazione di calore e alta pressione. Il top cucina in HPL è utilizzato molto per la sua resistenza a graffi, urti, abrasioni, agenti chimici e alte temperature. Oltre ad essere un piano da cucina facile da pulire, atossico ed antibatterico. Inoltre con questa tipologia di piano, abbiamo la possibilità di realizzare il lavello integrato dello stesso materiale del piano, generalmente prodotto con fondo in HPL o acciaio inox. Soprattutto abbiamo la possibilità di utilizzare il piano della cucina come schienale, cosa sconsigliata vivamente con il classico top in laminato a causa della sua sofferenza alle alte temperature.

Top in Fenix

Top cucina in FenixIl top da cucina in Fenix è una superficie di lavoro per la cucina innovativa di Arpa Industriale. Ottenuta tramite l’ausilio di nanotecnologie e caratterizzata da una parte trattata con resine di ultima generazione.
Come suggerisce il suo nome si rigenera da eventuali micro graffi superficiali grazie alla termoriparabilità. Il piano da cucina in Fenix si presenta soffice al tatto, con buona resistenza ai graffi, agli urti, all’abrasione, allo strofinamento e al calore secco. Ha un’alta attività di abbattimento della carica batterica che rende la sua superficie igienica, idrorepellente, antimuffa e facile da pulire.

Piano in Corian

Top cucina in CorianIl Corian è un prodotto nato dalla ricerca della DuPont. La caratteristica principale di questo prodotto è la sua vasta possibilità di applicazione, dato che può essere modellato e termoformato. Materiale resistente, igienico, facilmente pulibile e riparabile grazie alle sue caratteristiche fisiche. Possiamo dare libero sfogo alla nostra immaginazione creando superfici senza giunture, così da rendere unico ogni singolo elemento. L’ampia lavorazione di questo prodotto consente di creare per le cucine soluzioni con vasche integrate e isole, penisole o piani snack dalle forme totalmente personalizzate.

Superfici in Quarzo

Top cucina in quarzoTipologia di piano molto richiesta, soprattutto per le sue caratteristiche di resistenza all’abrasione, all’attacco di agenti chimici, al calore (è buona norma, onde evitare shock termici del materiale fare comunque attenzione a poggiare materiali roventi). Inoltre con le superfici in quarzo è possibile realizzare vasche integrate.
Le lastre sono composte da quarzo (con percentuali diverse in base i produttori), resina e pigmenti, in generale il piano non è poroso, è impermeabile e resistente alle macchie ed ai solventi.

In commercio troviamo generalmente lastre da 300×140 cm, ma c’è anche qualche azienda che riesce a spingersi oltre. Uno dei marchi più conosciuti nel mondo delle cucine è Okite, tanto da fare attribuire il nome del produttore, alla tipologia di piano. Altri marchi forse meno conosciuti ma di ottima qualità sono Stone Italiana, Silestone e Quarella.

Piani in Marmo o Granito

Top cucina in marmoLa pietre naturali sono state sin da sempre alleate dell’uomo e trovano una vasta applicazione nell’arredamento in generale e nello specifico nei piani per cucina.
Per questa categoria i prodotti più usati  sono i marmi ed i graniti. Essendo prodotti naturali presentano caratteristiche diverse e soprattutto costi diversi a seconda della tipologia.
Questi piani in pietre naturali vengono soprattutto apprezzati per la loro caratteristica principale: l’univocità, infatti essendo prodotti naturali saranno sempre diversi tra loro e unici.

Top cucina in Acciaio Inox

Top cucina in acciaioIl top cucina in acciaio inox inossidabile è utilizzato su cucine classiche e moderne, grazie alla forte resistenza a corrosione e urti. È un prodotto facile da pulire, ma allo stesso tempo facile da sporcare, basti pensare agli aloni generai da una semplice goccia d’acqua che dimentichiamo di asciugare. Il costo di questo prodotto spesso è molto salato, poiché ci sono tantissime varianti del prodotto che ne caratterizzano la sua resistenza e la sua estetica.
Spesso si usa questo prodotto per la sua bellezza estetica, dato che possono essere integrati lavelli e piani cottura che vengono saldati senza la visione di punti di giunzione.

Questi top richiedono una grande manutenzione, con prodotti specifici data la loro scarsa resistenza ai graffi ed all’opacizzazione. Tra i produttori più noti di questa tipologia di piani troviamo Foster, Franke, Barazza e Vitinox.

Piani in Gres, Ceramica, Vetro – Superfici Compatte e Solide

Top cucina superfici compatte Infine abbiamo i top da cucina in gres, ceramica o vetro e qui si apre un mondo dato che le superfici compatte, stanno prendendo sempre più il sopravvento. Ogni giorno troviamo in commercio superfici sempre più performanti, sempre più tendenti a caratteristiche di zero porosità, resistenze altissime alle alte temperature, antigraffi, antimacchia, igienici. Prodotti quindi con zero imperfezioni.

Il costo dipende spesso dalla tipologia scelta che può incidere notevolmente sul prezzo finale della cucina. Anche in questo caso di abbiamo la possibilità di realizzare vasche integrate e schienali per le nostre cucine.  Questi materiali possono essere usati su tutti i modelli di cucine in commercio. Per le cucine classiche ad esempio possiamo utilizzare tutte quelle finiture che riproducono il legno o il marmo, così da dare eleganza al nostro prodotto, mentre sulle cucine moderne possiamo dare un tocco di design usando quelle finiture che riproducono il cemento, gli spatolati o addirittura i tessuti, rendendo unico il nostro ambiente.

Anche con queste superfici, data la pubblicità, rischiamo di imbatterci nell’errore di confondere la tipologia di top con il relativo produttore. Alcuni marchi più conosciuti dal pubblico sono: Dekton, Laminam, Neolith, Kerlite.
Quindi è consigliabile per questa tipologia di piani di valutare la scheda tecnica del prodotto in questione. Anche farsi consigliare da professionisti del settore, date le caratteristiche estremamente diverse che possono avere.

01 Ago 2018 Categoria: