Armadio scorrevole o battente, pro e svantaggi

L’armadio gioca un ruolo fondamentale nella camera da letto, sceglierlo richiede molta attenzione. Per questo motivo è importante conoscere bene l’ambiente da arredare. In fase di progettazione dell’arredamento bisogna individuare quale sistema di apertura utilizzare tra ante battenti e scorrevole, analizziamo insieme le differenze con pro e contro di entrambe le soluzioni.

L’armadio ad ante battenti

Armadio con anta battente
L’armadio con ante battenti (o sportelli) è quello più comune utilizzato sin dai tempi antichi. Le ante sono fissate alla struttura dell’armadio attraverso le classiche cerniere che collegano fianco ed anta.
I vantaggi degli armadi con le ante battenti consistono nella possibilità di avere delle misure ridotte sia in altezza che in larghezza. Pensiamo ad esempio alle mansarde dove è possibile realizzare un armadio su misura Armadio con anta battente su misura per mandarda con la stessa inclinazione del soffitto. Sono molto pratici in quanto consentono una buona visibilità di quello che contengono e sono inoltre maggiormente modulabili.
Il sistema battente ha un prezzo leggermente più basso, a parità di misure e qualità costa meno rispetto allo scorrevole equivalente. Con questo armadio è possibile utilizzare due pareti, in quanto si presta anche a soluzioni ad angolo.
Veniamo agli svantaggi, questa tipologia di armadio non è consigliata negli spazi ristretti, l’apertura delle ante risulta ingombrante con conseguente difficoltà ad un normale utilizzo.

L’armadio ad ante scorrevoli

Armadio con anta scorrevole
L’armadio con le ante scorrevoli, largamente diffuso negli ultimi anni risulta essere esteticamente più scenografico ed elegante. Oltre al classico legno è possibile realizzare le ante a specchio o in vetro.
Questi armadi sono generalmente più profondi, lo scorrere delle ante elimina totalmente l’ingombro dell’apertura in quanto le ante scorrono su appositi binari sovrapponendosi per liberare il vano. Questo tipo di armadio solitamente ha vani molto ampi. Consente di organizzare gli interni gestendo meglio la disposizione di abbigliamento e accessori, offre una vasta gamma di personalizzazioni.
Esaminiamo gli svantaggi di questa soluzione di arredo. In primo luogo l’anta scorrevole non apre su tutti i vani impedendo di avere una visione completa dei vestiti. Il peso delle ante è superiore se paragonato a quello delle aperture a battente. Non di minore importanza deve essere l’attenzione rivolta alle guarnizioni e i profili delle ante che devono essere robusti e efficaci non solo per l’uso ma anche per tenere lontana la polvere e garantire la massima sicurezza.

In conclusione entrambe le soluzioni presentano aspetti positivi e negativi. Quindi la scelta ottimale dipende dalle dimensione dell’ambiente che andiamo ad arredare, dallo stile dell’arredamento e dai gusti personali.

| Categoria: Idee & Consigli | Commenti: 0
Avatar for Giovanni Razzano

Autore:

Ciao, sono Giovanni lavoro nel settore dell’arredamento dal 2011. La famosa frase di Terri Lind Davis recita “L’architettura sono le ossa di una stanza, l’arredamento è il cuore, e l’arte è l’anima” è da questa frase che parto per raccontarvi con quanto amore svolgo il mio lavoro, è proprio il cuore che metto ogni giorno nelle cose che faccio. Impegno e sacrificio sono costantemente ripagati dalla soddisfazione delle persone che ogni giorno affidano a me il compito di arredare la loro casa, e dalla fiducia che ripongono nella mia persona! Muovo i primi passi come arredatore appena terminati gli studi di geometra..da subito ho capito che era il lavoro perfetto per me, il mio cammino verso grandi traguardi! Ogni giorno metto in gioco esperienza, competenza e passione per realizzare i desideri dei miei clienti e dico “miei” perché sento una grande responsabilità nei loro confronti. Negli anni ho imparato, giorno dopo giorno ad interpretare i desideri e i sogni dei clienti senza perdere di vista gli aspetti pratici e tecnici del mio lavoro!